IASD

un invito a conoscere la  

INTERNATIONAL ASSOCIATION for the STUDY of DREAMS

La Association for the Study of Dreams nacque nel 1983 negli USA grazie al raggrupparsi via via più organizzato di appassionati e studiosi dei sogni e del sognare. Ha assunto negli anni un carattere francamente internazionale, testimoniato dalla modifica dell’acronimo con l’aggiunta di “International”. Attualmente conta 662 soci di 36 nazioni diverse e la sua sede legale è a Berkeley, California. Non ha scopo di lucro e ha carattere multidisciplinare. Le sue finalità sono:

  • la promozione della consapevolezza e della valorizzazione del sogno sia nell’ambito professionale che nella cultura generale;
  • l’incoraggiamento della ricerca sulla natura, sul funzionamento e sul significato del sognare;
  • lo scambio eclettico e interdisciplinare di idee e informazioni sui sogni e sul sognare.

Lo studio dei sogni e del sognare è incoraggiato e condiviso secondo le più diverse modalità: da quelle rigorosamente scientifiche di prestigiosi laboratori universitari a quelle dello studio antropologico ed etnografico sul campo; da quelle proprie delle tradizioni umanistiche, artistiche e religiose a quelle delle grandi scuole cliniche, come la psicoanalisi nelle più diverse correnti, la psicologia analitica, la Gestalt.

Sono molti i soci che non hanno titoli di studio specialistici e non si occupano di sogni a livello professionale, ma pazientemente li annotano ogni mattina al risveglio, condividendo le loro esperienze e riflessioni nei numerosi gruppi di discussione, nelle presentazioni ai congressi e nelle conferenze on-line, nelle pubblicazioni dell’associazione.

La IASD promuove infatti un dialogo continuo caratterizzato dall’apprendimento e dalla reciprocità, garantendo che i partecipanti alle discussioni siano considerati tutti sullo stesso piano e seguano regole etiche e di comportamento ben definite. Indipendentemente da titoli di studio o qualifiche professionali tutti devono mostrare la stessa disponibilità a superare pregiudizi e trovare un linguaggio condiviso, anche se, naturalmente, esiste ed è incoraggiata la possibilità di raccogliersi intorno a gruppi di interesse e sensibilità comuni.

Per motivi storici e di mera praticità la lingua largamente prevalente è l’Inglese. L’atmosfera è informale e caratterizzata dal desiderio di incontrarsi e di capirsi, e ciò facilita il superamento delle barriere linguistiche.

Ogni anno la IASD organizza una conferenza internazionale: nel 2015 si è tenuta a Virginia Beach, USA, con 242 iscritti. Nel 2016 si terrà a fine giugno a Kerkrade, Olanda. Si organizzano poi conferenze in ambito cosiddetto “regionale” e una conferenza on-line della durata di due settimane; La prossima edizione inizierà il 27 Settembre. All’edizione 2014 hanno partecipato 217 persone.

Sul sito ufficiale della IASD www.asdreams.org si trovano tutte le informazioni relative a costi associativi e di partecipazione alle attività, e ai benefici di cui godono gli associati.